martedì 30 settembre 2008

Time Machine e condivisioni Samba/Windows

Aggiornamento del 20-3-2012 :
Se possedete un Mac con sistema operativo Mac OS X 10.7 LION potete leggere il post Mac OS X Lion: Time Machine e condivisioni Samba/Windows
altrimenti proseguite pure la lettura di questo articolo.
 
Ecco un breve tutorial (Fonte:Hupio's Weblog) su come usare dischi di rete, condivisi attraverso Samba, con il sistema di backup Time Machine di Mac OSX 10.5(Leopard):
Dato per scontato che abbiate già predisposto il vostro file server(Linux o Windows) con dischi condivisi attraverso il protocollo Samba , assicuratevi che tali dischi siano accessibili sia in lettura che in scrittura.

Create per ogni computer Mac, di cui volete fare il backup con Time Machine, su uno dei dischi condivisi, una directory con un nome significativo(magari proprio il nome della macchina, es. "MyG5"). Se volete cambiare il nome della vostra macchina Apple lo potete fare andando nel Menù "Preferenze di Sistema->Condivisione" di OSX.
Ora dobbiamo permettere a Time Machine di riconoscere e trovare le cartelle in rete. Per fare ciò apriamo l'applicazione "Terminale" di OSX (Finder->Applicazioni->Utilità->Terminale) e digitiamo o copiamo il seguente comando:

defaults write com.apple.systempreferences TMShowUnsupportedNetworkVolumes 1

a questo punto dovrebbe essere possibile per Time Machine visualizzare le condivisioni Samba presenti sulle macchine in rete, ma prima di poterle effettivamente usare le dobbiamo montare in locale.
Aprite il Finder e dal menù "Vai" fate click su "Connetti al Server" ( abbreviazione da tastiera: cmd +K) quindi nella finestra di collegamento al server digitate l'indirizzo samba del vostro disk server, che dovrebbe essere qualcosa tipo:

smb://username@servername_o_ip/NomeVostroMacOSXComputer

così se il server con i dischi si chiama "pinguino", il computer Apple si chiama "MyG5", la username impostata con Samba è "lucatortuga" e la password "zigozago" si dovrebbe digitare il seguente indirizzo:

smb://lucatortuga@pinguino/MyG5


e cliccando su connetti la password da inserire è appunto "zigozago"

Apriamo Time Machine (Finder->Applicazioni->Preferenze Sistema->Time Machine) e clicchiamo su "cambia disco". Se avete montato la directory di rete correttamente, dovrebbe essere mostrata quando fate click, quindi selezionatela.
Ora potete avviare Time Machine, che dopo un paio di minuti circa, inizierà il backup. Se il backup non si avvia automaticamente assicuratevi di abilitare l'icona di stato di Time Machine sulla barra del menù in alto a destra(spuntando l'opzione "Mostra stato nella barra Menù") e quindi fate click sull'orologino e sulla voce "backup ora". Dopo qualche attimo apparirà un errore "impossibile creare l'immagine". Niente paura!
Il tutorial non è ancora finito e dobbiamo eseguire un paio di passaggi prima di arrivare alla soluzione.
Apriamo di nuovo il Terminale (Finder->Applicazioni->Utilità->Terminale) e digitiamo il comando

ifconfig en0 | grep ether

questo comando ci ritorna l'indirizzo ethernet della scheda di rete del Mac che useremo successivamente

ether 00:00:45:12:8a:91

e che quindi dobbiamo scriverci da qualche parte(scrivetelo tutto di fila senza i ":").
Ora decidete quanto spazio disco allocare per il backup di Time Machine, supponiamo 100GB. Ovviamente questa scelta dipende dalla capacità del vostro disco in rete e dalle dimensioni del disco sul Mac.
Il prossimo comando serve a creare un file con le dimensioni sopra decise necessario a Time Machine per far funzionare il tutto. Vi ricordo che Time Machine necessita di unità disco formattate HFS Journaled; nel nostro caso il trick (trucco) sta nel mettere sul disco Samba un file immagine creato appunto con questa specifica. Il comando da dare nel Terminale è

hdiutil create -size 100g -fs HFS+J -volname “TimeMachine MyG5” MyG5_000045128a91.sparsebundle (tutto su una linea)

Mi raccomando digitare il comando sopra, solo dopo averlo personalizzato con il nome della vostra condivisione e con il vostro indirizzo ethernet(quello salvato prima).
Praticamente il comando hdiutil serve a creare un file (immagine disco) di 100Gb di dimensione, e la sintassi "-volname “TimeMachine MyG5”" può essere cambiata con -volname “quello che volete”" mentre invece è importante l'ultima parte del comando. Sostituite cioè "MyG5" con il nome del vostro Mac e "_000045128a91 " con l'indirizzo ethernet del vostro Mac.
Per meglio chiarire facciamo un ultimo esempio:

NomeServer: pinguino
NomeComputerMacOSX: MyG5
Ind. ethernet: 00:00:45:12:8a:91
Dim. spazio per Time Machine: 100GB

comando:
hdiutil create -size 100g -fs HFS+J -volname “OSX Backup” MyG5_000045128a91.sparsebundle (sempre su di una sola riga)

sul vostro Mac dovreste avere un file il cui nome è MyG5_000045128a91.sparsebundle

copiate questo file sul server pinguino con il comando

cp -R MyG5_000045128a91.sparsebundle /Volumes/MyG5

ancora una volta ricordatevi di sostituire la stringa alfanumerica con il vostro indirizzo ethernet altrimenti riceverete un errore.

Siamo finalmente giunti alla fine della procedura, se tutto è stato fatto bene, facendo click sull'iconcina di Time Machine in alto a destra, questo dovrebbe iniziare l'operazione di backup, che la prima volta potrà durare anche diversi minuti.

Non dimenticate di lasciare di lasciare un commento al post per avere ulteriori dettagli o aggiungere voi altre info.

Ad MAiora

30 commenti:

  1. :) Funziona alla grande! Grazie! ;)

    Una piccola domanda..

    E se volessi aprire il volume di backup su una macchina non Apple?

    :(

    RispondiElimina
  2. Ciao omonimo :-)
    il volume di backup in teoria può stare su di una macchina con qualsiasi sistema operativo (Linux, Windows, Mac OSX) purché supporti il protocollo di Samba(SMB/CIFS - Vedi su wikipedia all'indirizzo http://it.wikipedia.org/wiki/Samba_(software) )

    Ad MAiora

    RispondiElimina
  3. L'immagine, anzi che crearla sul Mac e poi copiarla, la si può generare direttamente dentro la cartella condivisa. Questo permette di creare tale immagine anche nei casi in cui non si abbia abbastanza spazio sul Mac.

    Quindi, anzi che:

    hdiutil create -size etc...
    cp -R MyG5_... /Volumes/MyG5


    si può fare:

    cd /Volumes/MyG5
    hdiutil create -size etc...


    Spero non sia un commento troppo banale.

    Ciao!

    RispondiElimina
  4. Grazie iscand per il tuo commento tutt'altro che banale. ;-)

    RispondiElimina
  5. Ciao,
    se ho un NAS formattato XFS (e non si può modificare), il comando per creare il file della TM da 100GB come lo scrivo?

    Grazie!

    RispondiElimina
  6. ciao,
    io ho creato l'immagine ma una volta fatto partire il backup mi dà dopo poco lo stesso errore di partenza...
    inoltre se guardo le dimensioni dell'immagine creata, vedo che è grande solo 78 mega invece dei 50 giga che avevo impostato nella stringa...
    è normale? che devo fare?

    RispondiElimina
  7. Per Fabio:
    prova a ricreare il tuo disco immagine dando l'opzione -verbose Questa ti aiuta a diagnosticare meglio la riuscita o meno del comando. Inoltre per approfondire l'utilizzo dello stesso comando ti consiglio di dare una occhiata alle pagine MAN da terminale, ciò è possibile digitando il comando " man hdiutil"
    Ho provato a ricreare un'immagine disco con il comando e questa deve in effetti essere della dimensione data.
    Fammi sapere che versione hai di Mac OSX, io tutte le prove le faccio con il sistema alla versione 10.5.6
    Fammi sapere com'è andata e non esitare a scrivermi
    Ad MAiora

    RispondiElimina
  8. Ciao,
    anche a me da lo stesso problema di fabio...per un file da 300g lo crea di 117Mb.
    Anche con -verbose non trovo problemi...in realtà quando TM inizia ad usarlo si incrementa...

    RispondiElimina
  9. @ty: il comando hdiutil, utilizzato per creare il file, leggendo l'estensione ".sparsebundle" che diamo al file, assume proprio questo comportamento, cioè non alloca subito tutto lo spazio del file immagine ma cresce mano mano che riempiamo l'immagine disco. Di seguito ti allego un piccolo estratto della pagine del manuale di Mac OSX:"
    ....Specifying SPARSE creates a UDSP: a read/write single-file singlefile file image which expands as is is filled with data. SPARSEBUNDLE creates a UDSB: a read/write backed by a directory bundle. The default for UDSP is to grow one megabyte at a time. The default for UDSB is to create band files of up to 128 MB......"
    Spero di aver risposto alla tua perplessità.
    Ad MAiora

    RispondiElimina
  10. Ciao,
    Approfitto dell’esperienza e della gentilezza per porvi la domanda del principiante:
    Un disco collegato a Fonera 2 può essere usato per il back up con time machine?

    L

    RispondiElimina
  11. ciao, hai idea di come accedere dal finder di un macbook a una chiavetta usb in fat 32 collegata a un mac mini con tiger ?

    RispondiElimina
  12. @Luca M:
    cerco di risponderti a proposito del disco collegato alla Fonera 2.0 pur non disponendo di essa. Dal wiki della Fonera 2.0 ti invito a leggere la pagina relativa al collegamento dei dischi esterni http://wiki.fon.com/wiki/External_Storage_Use, da dove si evince che supporta device esterni con file system vfat/fat32 e, con i dovuti upgrade, anche HFS+ di MACOS X. Quindi suppongo che se colleghi un disco formattato HFS+ o fat32 dovresti poi poter seguire la stessa procedura descritta nel mio articolo. Spero di poter disporre al più presto di un Fonera 2.0 per provare di persona quanto sopra.

    RispondiElimina
  13. Rispondo qui ad un e-mail inviatomi da gabriele61tc che mi chiede:"ciao, possiedo un hard disk western digital MY BOOK STUDIO EDITION II che collegato ad un hub di rete belkinF5L009 a sua volta collegato al router wireless, mi permette di vedere il WD come disco di rete; a questo punto con TIME MACHINE, posso iniziare a fare i backup quotidiani dei miei due macbook essendo già formattato per mac; vorrei sapere come creare due cartelle o due partizioni di capacità uguali in modo da beckappare ogni mac nel proprio spazio assegnato e se occorre una procedura iniziale per fare il tutto o time machine riesce a farlo autonomamente. Grazie per l'aiuto. Gabriele."
    Per creare due partizioni uguali da far usare a Time Machine ti consiglio di:
    1) Collegare il tuo disco direttamente al Mac(via USB o Fire Wire);
    2) con la Utility Disco creare le partizioni con file system Mac OS esteso Journaled;
    3) Ricollegare il disco al tuo Hub USB;
    4) Seguire le istruzioni già date per far vedere a Time Machine i dischi di rete.
    Spero ancora una volta di poter essere stato d'aiuto.
    Gabriele fammi sapere.
    Ad Maiora

    RispondiElimina
  14. Ciao a tutti,
    anche se forse un o in ritardo sul post (ho avuto necessità solo ora di questa soluzione) volevo solo far sapere quello che succede a me.
    Ho un LACIE 5BIG di rete, gli ho aggiunto un altro disco via USB che volevo utilizzare per TM, il lacie formatta solo in XFS, seguendo il tutorial di Luca è andato tutto alla perfezione ma l'ho scoperto solo dopo qualche tentativo con la soluzione di ISCAND, ovvero mi dava problemi nella creazione del file direttamente sull'unità esterna.
    Poco male, ho fatto solo qualche prova prima di riuscire a farlo funzionare...
    Saluti, e grazie!

    RispondiElimina
  15. Ciao ALessandro,
    non si è mai in ritardo per condividere informazioni e notizie. Grazie per aver lasciato il tuo commento e continua a seguire il blog.
    Luca

    RispondiElimina
  16. Per Francesco:
    Per alcune versioni di OS X, più vecchie della 10.5.6 l'opzione -volname non accetta spazi nel nome, quindi controlla di non usare nomi per l'immagine disco contenenti spazi tipo "Mia immagine"; Usa invece nomi tipo "MiaImmagine". Altrimenti, se il tuo nome file è già in questo formato verifica di usare le virgolette " della tua tastiera e non quelle copiate dal blog.(Vedi su Wikipedia la differenza fra le Curly Quotes e le Ambidextrous
    Fammi sapere se risolvi il problema.
    Ad MAiora

    RispondiElimina
  17. Flavio Carsughi29 dicembre 2009 21:07

    Aiuto.
    Babbo Natale mi ha portato un disco di rete della WD (My Book World Edition) da 2 Tb che ho installato in rete senza problemi. Ho anche aggiornato il sistema operativo all'ultima versione della WD che dichiara essere compatibile con Time Machine.
    Ho un MacBook Pro con 10.5.8.
    Ho impostato con qualche difficoltà Time Machine perchè inizialmente volevo effettuare il backup su cartelle a mia scelta, mentre invece si può solo su WD_Backup. Bene, una volta scoperto questo particolare, le impostazioni di Time Machine sono andate a buon fine, ma quando lancio il backup ti Time Machine mi vedo bloccare l'esecuzione dicendo che non riesce a montare l'immagine disco.
    Non so se è importante, ma uso TM da circa un anno con soddisfazione con due dischi USB (casa e ufficio) con lo stesso nome per non avere alcuna differenza tra casa e ufficio.
    Invece con il MacBook di mia moglie sempre con il 10.5.8, le cose funzionano a meraviglia senza alcun problema.
    Ho trovato che questo disco salva il backup di TM su una directory in cui trovo i seguenti file
    :2e0016cb955e9c del 26 Marzo 2009
    :2e00254ba36800 del 28 Dicembre 2009
    Il primo è l'indirizzo della scheda di rete del mio computer mentre il secondo di quello di mia moglie.
    La cosa strana è la data di creazione del file del mio computer che niente a che vedere con la data di installazione del disco di rete (26 dicembre 2009).

    Sul mio computer nella directory /Volumes ho trovato la directory
    WD_Backup.tmp..sparsebundle con data di creazione 29 dicembre 2009 che ricorda quella del disco dove dove lavorare TM. Nel disco BACKUP attualmente in uso per il backup di TM, ho il file .com.apple.timemachine.supported
    che però non esiste nella directory WD_Backup.tmp..sparsebundle

    Quando ho letto il vostro forum ho trovato degli spunti interessanti: pensate che funzioni anche con per il mio caso?

    Grazie del vostro aiuto.

    Buon anno a tutti
    ciao
    Flavio

    RispondiElimina
  18. @Flavio: Per aiutarti mi servirebbe di sapere se il tuo disco WD è formattato HFS+ o altro?
    Ha una unica partizione o più partizioni ?
    Quando scrivi "volevo effettuare il backup su cartelle a mia scelta, mentre invece si può solo su WD_Backup" intendi che volevi scegliere delle sottodirectory del disco esterno WD come destinazione?

    Credo che il problema sia proprio legato al fatto che per utilizzare il tuo disco esterno WD come backup di più macchine(la tua e di tua moglie) tu debba creare partizioni separate, proprio perchè TM tende ad utilizzare tutto lo spazio del dispositivo messogli a disposizione.
    Se risolvi nel frattempo il problema ti chiederei gentilmente di postare la soluzione sul blog, così che anche altri possano usufruire della tua esperienza.

    AD MAiora.

    RispondiElimina
  19. Flavio Carsughi10 gennaio 2010 22:01

    Ho trovato casualmente la soluzione ed avevo anche postato la descrizione, ma qualcosa è andato storto nel sottomettere il mio commento.

    Ho reinstallato il sistema operativo del mio mac OSX (10.5.8), senza successo.

    Ho ripristinato lo stato iniziale del disco WD, anche questo senza successo.

    Il disco era visto senza problemi, ma non permetteva l'utilizzo di Time Machine. Questo con il mio PC, mentre con altri 4 computer (tutti mac) funzionava tutto (accesso e Time Machine) senza problemi.

    A quel punto ero disperato e l'unica soluzione sembrava quella di riformattare il disco, reinstallare il nuovo sistema operativo e tutti i programmi. Ero terrorizzato!

    In situazioni disperate, si fanno anche le prove più disparate.
    E per questo ho bootato il mio laptop da un disco esterno con il sistema operativo. Col boot da disco esterno, il disco di rete era visibile e Time Machine funzionava perfettamente.

    Questa semplice operazione ha evidentemente sistemato il problema, perchè quando ho bootato il mio laptop dal disco interno, Time Machine ha cominciato a funzionare regolarmente.

    Intanto è importante che questa procedura ha funzionato, ma non sarebbe male capire perchè questa procedura ha funzionato: qualche idea?

    Ciao
    Flavio

    RispondiElimina
  20. Grandissimo, finalmente mi sta facendo il backup!:-)
    La mia domanda e' la seguente:
    a breve faro' l'upgrade a snow leopard, quale sara' poi la procedura di ripristino?
    Cosa dovro' fare per fargli vedere l'hd dietro al NAS?
    Qualcuno ha provato a ripristinare dopo aver usato queste procedure?

    CMQ grazie 1000, ora se mi risolvi anche il problema della scrittura su FTP tramite finder e senza usare altri client sei un mito!
    THX
    Maga636

    RispondiElimina
  21. @Anonimo: ciao.
    Per rispondere ai tuoi due quesiti credo che le procedure descritte in questo articolo dovrebbero funzionare anche per Snow Leopard, visto che i meccanismi usati non sono cambiati. Comunque facci sapere se funziona.
    Per il discorso FTP da Finder hai mai provato ad usare la funzionalità del Finder “Connessione al Server” (⌘ + K) ed digitare l'indirizzo FTP nel formato "ftp://yourftp.com" . In questo modo ti viene montata sul desktop la risorsa FTP alla quale puoi accedere normalmente.
    LET US KNOW
    Ad MAiora

    RispondiElimina
  22. Complimenti..Ottima guida.
    Funziona perfettamente

    RispondiElimina
  23. @Mattia: Grazie e 1000!!! Continua a seguirmi e/o consiglia questo blog ad altri tuoi amici ;-)

    RispondiElimina
  24. Non mi funziona, potete aiutarmi ?
    Ho un hd collegato al router di alice. Mi connetto via wifi usando l'smb normalmente. Ho fatto tutto come avete scritto ma dopo aver creato l'immagine in volumes mi da il solito errore dicendo che non time machine non riesce a creare l'immagine. Ho usato l'indirizzo mac del wifi ovvero l'en1 e siccome ho il nome del computer con degli spazi ho usato i trattini "-" come in preferenze di sistema. Ho sbagliato qualcosa ?

    RispondiElimina
  25. @miki: ciao Miki credo che il problema sia propio nel nome del computer scritto con i trattini. Per capire meglio il tuo problema potresti mandarmi degli screenshot della procedura all'indirizzo e-mail del blog: consigliamocisoftwareCHICCIOLAgmail.com

    RispondiElimina
  26. @Luca: grazie per l'aiuto. Aggiungo che tutti quelli che hanno il disco remoto in wifi devono usare lo stesso en0 nel nome dell'immagine altrimenti il backup non funziona.

    RispondiElimina
  27. @Miki: Grazie a te Miki che hai condiviso con tutti la tua esperienza.
    Quindi riassumo anche per altri:
    La stringa da inserire nel nome dell'immagine disco da creare, deve essere quella della scheda di rete en0 (quella via cavo), a prescindere da come poi effettivamente voi vi connettiate al vostro disco remoto.

    RispondiElimina
  28. una domanda. il disco l'ho creato e riesco a a creare i backup normalmente ma se volessi usare l'utilità migrazione da un backup di time machine per ripristinare l'intero backup dopo una reinstallazione da zero del sistema operativo non mi vede come fonte questo disco su samba.
    qualche consiglio?
    grazie

    RispondiElimina
  29. @zebradivetro:
    Bella domanda!!! E non facile da rispondere, perché per quello che ho visto io al ripristino è possibile montare dischi di rete solo se supportano il protocollo Apple AFP. Comunque tanto per analizzare meglio la cosa, potresti innanzitutto dirmi che s.o. hai?
    Nonostante abbia scritto questo post, al momento non faccio backup su dischi di rete né Samba né AFP, però come già scritto altre volte proverò se possibile a risponderti quanto prima perchè la cosa potrebbe interessare anche altri lettori.
    Ad MAiora

    RispondiElimina
  30. @Miki: mi dispiace ma per il momento non so aiutarti dato che ancora non ho aggiornato a Lion nessuna delle mie macchine. Mi raccomando se trovi qualche soluzione fammi sapere, magari postandola qui fra i commenti.

    Luca

    RispondiElimina

Per cortesia quando lasciate un commento identificatevi con il nome. Rispondere ad un anonimo per me che ci metto la faccia non è proprio il massimo ;-) Grazie