venerdì 23 novembre 2007

VODAFONE riclica i vecchi cellulari

Da diversi mesi VODAFONE è impegnata in un'iniziativa che, una volta tanto, non porterà nuovi cellulari nelle nostre case ma, se noi vogliamo, ci aiuterà ad eliminare i vecchi cellulari dai cassetti. Proprio in questi giorni il Vodafone ‘Recycling tour’ sta toccando le piazze di alcune città (tra cui Bologna, Firenze, Salerno, Bari) per premiare immediatamente(con ricariche da 4 euro) chi consegna il proprio cellulare inutilizzato. Contemporaneamente, in altre città coinvolte (tra cui Milano, Roma, Napoli, Palermo), durante il weekend si può portare il vecchio cellulare in uno dei negozi Vodafone One aderenti all’iniziativa e, per ogni telefono consegnato, si può compilare la cartolina per partecipare ad un concorso per vincere una "Smart".

Per le date ed i luoghi visitate il sito VODAFONE, dove è inoltre possibile consultare le modalità per partecipare al suddetto concorso.
Tornando a bomba all'importante argomento dell'ambiente, è fondamentale sapere che cosa viene fatto dei cellulari riciclati:
I telefonini e gli accessori depositati nei punti di raccolta vengono consegnati da Vodafone a Fonebak, una società specializzata nel recupero e rigenerazione di telefoni cellulari. Dopo rigorosi test, i telefonini ancora funzionanti vengono rimessi a nuovo per essere poi riutilizzati nei paesi emergenti, dove sono un efficiente mezzo di comunicazione.
Gli apparecchi non funzionanti vengono spediti ad aziende specializzate che estraggono metalli come oro, rame, palladio, argento, platino. L'energia derivante dall'incenerimento pu riscaldare un intero villaggio. Le batterie vengono invece rigenerate mentre i carica-batterie e gli altri accessori vengono recuperati e le plastiche trasformate in vari oggetti di uso quotidiano.

Spesso, io per primo, abbiamo criticato l'aggressivo marketing con cui i grandi della telefonia ci bombardano, ma questa volta bisogna dare atto a Vodafone di una iniziativa veramente intelligente, chi di noi non ha un cellulare vecchio nel cassetto? Allora aiutiamoci gettandolo nelle giuste mani.

Ad MAiora

P.S.
Ancora una volta questa notizia mi è giunta attraverso il passaparola di ZZUB

Nessun commento:

Posta un commento

Per cortesia quando lasciate un commento identificatevi con il nome. Rispondere ad un anonimo per me che ci metto la faccia non è proprio il massimo ;-) Grazie