domenica 25 marzo 2007

Portatile Apple o Windows?

Approfittando della notizia diffusa dall'istituto di ricerca IDC, secondo cui nel 2011 le vendite di portatili supereranno le vendite dei pc desktop, vorrei cercare di rispondere a chi mi ha chiesto un consiglio su cosa scegliere tra un portatile Apple ed un portatile con sistema operativo Windows.
Prima di avventurarmi nella risposta, ci tengo a sottolineare che qui vado ad esprimere un giudizio molto personale, maturato professionalmente in ambienti di calcolo eterogenei(Windows, Apple, Unix, Linux, etc).
Scegliere fra i due sistemi operativi e quindi scegliere un portatile equipaggiato con uno dei due, ritengo che sia un po' come decidere se scrivere con una penna stilografica o con una penna a sfera, il risultato alla fine è identico, entrambi vi permettono di mettere su carta i vostri pensieri, e così entrambi i sistemi operativi vi consentono di navigare sul web, scrivere documenti, vedere film ed ascoltare musica, ma lo stile è completamente diverso. Attenzione non faccio riferimento allo stile come esperienza estetica ma anche e soprattutto all'approccio dell'utente con lo strumento.
In questo articolo non voglio nemmeno scendere nei dettagli tecnici che potrete meglio trovare nei siti dei produttori(vedi i link in fondo), ma vorrei principalmente dare delle informazioni che aiutino a comprendere il tipo di esperienza che si può avere utilizzando un sistema piuttosto che l'altro.
Certo mi trovo di fronte ad una domanda di quelle "da un milione di dollari", ad un quesito di quelli su cui si è scritto e si scrive tuttora molto, perché mette a confronto due filosofie di intendere il mondo dei computer, antagoniste sin dai primi anni '70. Volendo fare un audace paragone è un po' come dover scegliere fra "l'epicureismo" e lo "stoicismo". Personalmente vedo l'approccio Apple molto più epicureo rispetto a quello Windows; infatti la società di Cupertino ha da sempre investito molto e creduto molto nell'estetica e nella bellezza dei propri prodotti, e nel piacere di utilizzarli; mentre a confronto i portatili armati con Windows sono sempre apparsi piuttosto essenziali, meno estetici, troppo spogli! Penso che siano pochi quelli che non riconoscano, in effetti, alla casa di Steve jobs(Apple) il primato estetico dei propri prodotti ma non sono molti invece, quelli che ne apprezzano l'aspetto tecnico o la potenza di calcolo molto più all'avanguardia del concorrente.

Prima dell'anno 2000 non avrei avuto dubbi a consigliare un portatile con sistema operativo Windows perché Apple forniva i suoi portatili di un sistema operativo (Mac OS 8 e Mac OS 9) non molto diverso dall'antagonista: mi ricordo che, come per Windows appariva la famigerata "finestra blu della morte" quando andava in crash, così sui computer Apple appariva una "bomba", ed in entrambi i casi l'unica soluzione era riavviare il computer. Dopo l'anno 2000 Apple, però ha introdotto il sistema operativo Mac OS X che di fatto nasconde un cuore UNIX e mostra una stupenda interfaccia grafica. Questa innovazione ha trasformato radicalmente l'affidabilità delle macchine della Mela, rendendole a mio parere di classe superiore rispetto alle macchine di BigM.
Girando il mondo per lavoro ho avuto modo di conoscere esperti programmatori, gente che scrive i software che usiamo tutti i giorni, ed ho scoperto che sono molti quelli che usano i portatili Apple, perché vi trovano in una unica soluzione stabilità, potenza di calcolo e tecnologie sempre all'avanguardia senza comunque tralasciare l'estetica. Scrivo questo per sfatare un pochino la leggenda che le macchine Apple siano utilizzate solo da chi fa grafica, video o musica.
Nel frattempo a Redmond(città che ospita il quartier generale di MS), nonostante gli sforzi per migliorare il loro sistema Windows XP, si continuava a combattere contro quello che gli americani chiamano "The Blue Screen of Death". Anche oggi dopo aver messo le mani su Vista la mia prima impressione è stata quella di una copia poco originale di Mac OS X!
Vi prego perdonate un po' di campanilismo, ma bisogna ammettere che il sistema operativo della Apple è più stabile ed efficace.

Ovviamente chi ha da sempre lavorato con il sistema operativo Windows e volesse di punto in bianco passare a Mac OS X, dovrà mettere in conto un certo periodo di tempo per scoprire ed apprezzare al meglio il piacere dell'interfaccia, o passatemi il termine, dell'esperienza Apple.
Inoltre oggi, con le molte soluzioni di virtualizzazione delle macchine (vedi VMware, Parallels), qualora abbiate il vostro software preferito che gira solo ed esclusivamente su Windows, potrete tranquillamente continuare ad usarlo facendo appunto uso di una macchina virtuale Windows installata sul vostro sistema operativo Apple.
A proposito di software applicativi mi piace sottolineare che oltre ai tanti software commerciali disponibili per Mac, potete installare gran parte dei software Open Source sviluppati per Linux e facilmente installabili anche sul sistema operativo della Apple.

In ultima analisi vi consiglio di dare una occhiata alla vetrina Apple dei portatili e giusto per chi non vuole convincersi suggerirei un portatile Sony Vaio, per me unica alternativa esteticamente valida ai MacBook.

...ah! dimenticavo sapete che portatile ho io? non ve lo dico ma sopra c'è installato Linux e comunque se me lo regalassero accetterei volentieri un MacBook sul quale metterei in dual-boot Mac OS X e Linux. Che ci volete fare ... chiamatela pure deformazione professionale!

Links:
Apple Italia
Windows XP on Intel Macs (in inglese)
2 ore col mac (posson bastare) (un punto di vista diverso dal mio con tanti commenti)
Open Source per Mac (in inglese)

4 commenti:

  1. Purchè la mia risposta non faccia scattare la richiesta di un nuovo portatile.....

    Hai detto, come al solito, cose molto sagge e anche vere.

    Nella mia posizione sarei poco attendibile se mi schierassi a totale favore del Mac.... Certo con i nuovi processori, e con un hard disk decente (i 15" hanno dotazione da 120 GB, quello da 17" da 160 GB, ma è possibile avere un hd da 200 GB), si può passare al Mac e mantenere un 'back-up' Windows con i due sistemi operativi installati sullo stesso disco (sei sicuro che anche Linux possa essere installato?). E allora? Perchè non mandare a quel paese Bill Gates, invece di criticarlo e basta? Popolo di windows, fate vedere come si fa!

    A presto, GP

    RispondiElimina
  2. Ho letto il post dell'anti Mac...
    ma ... che ragioni sono??
    Sinceramente penso che un computer non sia un giocattolo nè tantomeno si giudica dalla tastiera e da quanto sia "fighetto" firefox!
    Un computer è uno STRUMENTO innanzitutto e io personalmente comprerò presto un macbook perchè:
    1) addio virus
    2) si accende velocemente, risparmio tempo
    3) programmi molto più veloci , di nuovo: risparmio tempo
    4) neoffice...se non riesci ad installarlo chiedi aiuto perdio...non ci vuole molto e cmq deduco da tutto ciò che non ci capisci moltissimo.
    Ti consiglio un bel vaio con sù un ubuntino caruccio o il buon vecchio XP , am a sto punto ti durerà massimo 3 anni, formatterai il portatile ogni 5 mesi ...e..antivirus e virus a go go.
    W la modernità, perchè le macchine servono a SEMPLIFICARTI la vita, non a COMPLICARTELA.
    Mah resto dell'idea che anche se è più caro, ci guadagni in salute.
    un bacio.
    Val

    RispondiElimina
  3. Come avrai capito dal mio articolo, io la penso esattamente come, però per informazione a chi non è proprio un esperto ho voluto linkare anche un punto di vista opposto e completamente diverso dal mio. Devi sapere che scrivo qui soprattutto per coloro che veramente sono a digiuno di computer e tecnologia. Ma ovviamente ben vengano gli esperti come te.
    Ad MAiora

    RispondiElimina
  4. mah. Questa supremazia del mac é inconsistente.. Tra app store dove sembra di entrare in mediaworld... Tra 5 anni vi venderanno pure la macchina virtuale quelli di mac.
    I mac-omani sono alienati...
    Windows é meglio e i pc costano meno e a parità di potenza la metà. Poi windows 7 é stabilissimo non é mai andato in crash se nn perché il portatile si era surriscaldato troppo. Di contro all'euronics vedo sempre gente che porta il mac in garanzia per ripararlo.
    Ciao.. Meglio windows e linux se esperti però

    RispondiElimina

Per cortesia quando lasciate un commento identificatevi con il nome. Rispondere ad un anonimo per me che ci metto la faccia non è proprio il massimo ;-) Grazie