venerdì 9 febbraio 2007

Un ponte fra OpenOffice e Microsoft Office

In alcuni articoli passati ho più volte fatto riferimento alla suite di programmi OpenOffice, come alternativa a Office di Microsoft. Queste due concorrenti in poche parole forniscono entrambi programmi per videoscrittura, fogli elettronici e presentazioni. Per un dettaglio delle due suite vi prego dare una occhiata ai loro siti di riferimento che sono:
La battaglia in corso fra le due versioni (una ovviamente Open Source e l'altra commerciale) è sul formato dei documenti da adottare:
Open Document Format (ODF) è il formato promosso da Open Office, che recentemente è stato riconosciuto come standard ISO per dati per applicazioni office;
OpenXML (OOXML) è il formato proprietario di Microsoft, che da parte sua, non ha ancora avuto lo standard ISO, ma ha incassato l'OK dalla European Computer Manufacturers Association.
Quindi una guerra ancora tutta da combattere, con in mezzo come al solito i poveri utenti che non sanno o non comprendono con chi schierarsi.
La notizia importante che vorrei sottolineare in questo articolo è che comunque a Redmond si stanno ponendo il problema di aprire la loro suite di Office ad altri formati che, evidentemente anche secondo le loro stime, stanno conquistando spazi importanti. Per far ciò Microsoft ha affidato lo scorso anno ad una consociata francese la Clever Age lo sviluppo, con modello open source, di un plugin che possa convertire il formato dei documenti Word Open XML nell'altro formato ODF dell'omologo Writer di OpenOffice. La prima versione ufficiale del plugin è stata rilasciata poche settimane fa ed è scaricabile dal portale SourceForge all'indirizzo:
https://sourceforge.net/project/showfiles.php?group_id=169337&package_id=200089
Attualmente il plugin funziona per le versioni di Word XP/2003/2007 e permette l'apertura ed il salvataggio di file con formato ODF.
Alla luce di questo rilascio, ci si aspetta che in tempi nono troppo lunghi vengano rilasciati anche i plugin per Excel e PowerPoint.
E' così concretamente iniziata la costruzione del ponte che avvicinerà i due contendenti e che soprattutto aumenterà l'interoperabilità fra i programmi office del pianeta Open Source e quelli del mondo proprietario.

Nessun commento:

Posta un commento

Per cortesia quando lasciate un commento identificatevi con il nome. Rispondere ad un anonimo per me che ci metto la faccia non è proprio il massimo ;-) Grazie